Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/europada/public_html/application/library/Php/xmlrpc.inc on line 583
Ambiente Islanda
Turismo in Islanda Visitare Islanda, una guida alle città da visitare e al turismo in Islanda

Ambiente Islanda

In Islanda sono presenti tre parchi nazionali:

* þingvellir, Islanda centro-meridionale

* Skaftafell, Islanda sud-orientale

* Jökulsárgljúfur, Islanda nord-orientale.

Più di ottanta le aree di protezione di tipo diverso: parchi, monumenti naturali, riserve paesaggistiche e rifugi faunistici.

Nel nordest si trova uno degli ultimi territori selvaggi d'Europa con molti uccelli e renne (importate dalla Norvegia, ma allo stato brado).

Tra gli uccelli è degno di menzione la pulcinella di mare (Fratercula arctica), considerato una sorta di animale simbolo dell'isola. Sull'isola si trova pure la volpe polare. Il Mink? Visone (un predatore) è fuggito da allevamenti per pellicce e non ha nemici naturali. Il cavallo islandese è una razza con un trotto (Tölt) veloce, sicuro e comodo per la cavalcata. È vietata l'importazione di cavalli in quanto si teme l'introduzione di malattie equine e la purezza della razza del cavallo islandese. L'Islanda è stata da sempre un'isola di pastorizia. Gli ovini (prevalentemente della razza Round-Up Réttir) godono come pure i cavalli di molta libertà e possono approfittare di ampi pascoli, dai quali vengono richiamati solo in autunno.Nel 1986, è stata vietatala caccia alle balene Posti importanti per l'avifauna sono p.es. la penisola Látrabjarg, il lago Mývatn, le isole Vestmannaeyjar. Altri uccelli presenti sull'isola sono, ad esempio: la Gavia stellata (sverna pure sulle coste e isole occidentali), la Gavia immer (sverna al largo dell'isola), il Podiceps auritus (sverna pure sulle coste e isole occidentali), il Fulmarus glacialis (sverna al largo, nell'Oceano Atlantico), il Puffinus griseus (di passaggio durante le migrazioni), il Hydrobates pelagicus (di passaggio durante le migrazioni, nidifica in alcune colonie sulla costa meridionale), l'Oceanodroma leucohoa (di passaggio durante le migrazioni, nidifica in alcune colonie sulla costa meridionale), la Sula bassana (di passaggio durante le migrazioni, nidifica in alcune colonie sulla costa), il Cormorano (Phalacrocorax carbo) (in alcune zone tutto l'anno), il Phalacrocorax aristotelis (in alcune zone occidentali tutto l'anno), la Sterna codalunga (Sterna paradisaea) (nidifica sulla costa, sverna sul mare aperto), l'Uria (Uria aalge, che nidifica sulla costa, sverna sul mare aperto), la Gazza marina (Alca torda) (nidifica sulla costa, sverna sul mare aperto), il Gabbiano Reale e molti altri ancora.

La flora islandese ha alcune specie endemiche. I lupini, con una caratteristica fioritura violetta in giugno, vennero introdotti dopo la seconda guerra mondiale. Si fa notare l'assenza di boschi. Al momento della colonizzazione la situazione era differente, ma in seguito alla costruzione navale, alla forte presenza di pecore e all'edilizia il disboscamento nel corso dei secoli è stato praticamente totale. Attualmente ci sono sforzi per la riforestazione. Gli effetti di questa riforestazione possono essere ammirati in alcuni siti della parte settentrionale dell'isola. In Islanda ci sono tre parchi nazionali.A causa del clima la vegetazione non è molto sviluppata, si riduce a muschi, prati e piccoli boschi.

Bandiera Islanda

Islanda

  • Superficie: 293291
  • Capitale: Reykjavik
  • Lingua: Islandese
  • Ordinamento: Repubblica
  • Prefisso telefonico: Islanda
  • Targa: IS
  • Moneta: Corona Islandese

mappa Islanda Mappa Islanda